Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /147

Ieri, su segnalazione del nostro segugio infallibile, ci siamo recati al Labaro, zona nord di Roma, oltre il Raccordo Anulare. Siamo andati a vedere in che condizioni è ridotto l’Harlem, uno dei tanti cinema che la Capitale vantava fino alla fine degli anni settanta, quando l’avvento della televisione commerciale ha intonato il “de profundis” per questo tipo di spettacolo. La vista di quello che ormai è un relitto alla deriva ci ha rattristato molto e un velo di commozione ci ha pervaso, quando sbirciando attraverso l’inferriata,  abbiamo appurato, in un paesaggio spettrale da “confini della realtà”, che nella sala c’erano ancora ben allineate le “poltrone” (anche se di rigoroso legno come si doveva in un cinema di seconda/terza visione di periferia) e, udite udite, era ancora in bella posa addirittura lo schermo:

147a

Per riprenderci da questa scena alla “Nuovo Cinema Paradiso” siamo andato spediti alla ricerca del nostro tesoro; in una stradina sterrata laterale, dove ci sono le uscite di sicurezza della sala cinematografica, abbiamo trovato un trittico di Jerico, il giovanissimo street artist italo-filippino (vedi murale al giorno numero 97 dell’11 novenbre 2014); ed eccolo quì:

147b

e ora i tre personaggi visti da vicino:

147c     147d

147e

ed infine una visione prospettica dell’insieme:

147f

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...