Dans la Rue

Dans la Rue, volume 5 /5

Terminiamo questa sera il Reportage da Piazzale Pino Pascali, dove il 27 giugno si è svolta la Convention organizzata dal Collettivo “Dan La Rue”, quinto appuntamento di quello che è divenuto ormai un evento di assoluta rilevanza per la street art romana. Le opere che vedremo sono quelle realizzate sul lato destro della grande murata che si estende per oltre duecento metri da viale Palmiro Togliatti a via Gino Severino. L’appuntamento è per l’anno prossimo sempre alla fine del mese di giugno. Non mancheremo!

5.1

5.2

5.3

5.4

5.5

Annunci

Dans la Rue, volume 5 /4

Quarta visita dell’esposizione delle opere  prodotte dai Writers romani in occasione della Convention Dans la Rue, volume 5, sul grande muro di recinzione dell’ex Centro Carni di Roma che si affaccia sull’immenso piazzale Pino Pascali al quartiere Tor Sapienza. Siamo nell’estrema periferia est della città, all’altezza dello storico “Quarticciolo”, parte del più ampio quartiere Alessandrino, che deve il suo nome al Rione che esisteva una volta dove ora si estende quella brutta strada chiamata via dei Fori Imperiali. Il quartiere ha assunto quel nome proprio perché vi furono deportati tutti gli abitanti le cui case furono rase al suolo per costruire quella strada che unisse piazza Venezia, con il suo altare della patria, con il Colosseo, massima opera architettonica dell’Impero Romano.

Ecco i murales che abbiamo selezionato per questa puntata; vi ricordiamo le opere si susseguono così come sono state effettivamente realizzate; procedendo da sinistra verso destra, ormai abbiamo superato la parte centrale del muro e ci stiamo avvicinando  all’ingresso dell’esistente deposito AMA.

 4.1

4.3

4.2

4.4

4.5

Dans la Rue, volume 5 /2

Proseguiamo il viaggio intrapreso ieri nel cuore dell’evento Dans la Rue, vol. 5. Questa è la seconda carrellata delle opera realizzate dai Writers romani nel corso della convention tenutasi sabato 27 giugno in Piazzale Pino Pascali, a Tor Sapienza, sull’area che ogni domenica viene interessata da un immenso mercato conosciuto col nome di “Porta Portese 2”. Lì c’è un immenso muro ormai sede fissa della manifestazione che quest’anno è giunta alla sua quinta edizione.

Ricordiamo che, nel presentarvi i murales stiamo seguendo un ordine ben preciso; siamo partiti ieri dal lato che confina con viale Palmiro Togliatti e arriveremo, tra qualche giorno, dove il lunghissimo muro libero muore su via  Gino Severini.

Questa è la sequenza delle opere che abbiamo selezionato questa sera; come al solito, buona visione!

2.1

2.2

2.3

2.4

2.5

2.6

Dans la Rue, volume 5 /1

Iniziamo, questa sera del 3 luglio, la cronaca fotografica differita dell’evento “Lettering” in assoluto più atteso a Roma. Si tratta della Convention organizzata dal Collettivo “Dan La Rue”; Collettivo nel quale ogni artista che abbia le idee chiare sull’importanza del proprio ruolo di avanguardia culturale della società e che sceglie la strada come sala espositiva, si identifica. Sabato 27 giugno piazza Pino Pascali, fornita di un meraviglioso muro espositivo lungo oltre duecento metri, si è popolata di Writers che si sono cimentati nel coprire tutte le opere realizzate lo scorso anno durante l’analogo evento, con altrettanti coloratissimi murales.

Il primo Dans la Rue venne organizzato, sempre in piazza Pino Pascali, cinque anni fa in risposta ad una sessione di graffiti organizzata da alcuni fascisti per ribadire, qualora ce ne fosse stato bisogno, che il fascismo è negazione della cultura e che quindi loro con la street art non ci entravano assolutamente nulla.

Quest’anno, in aggiunta al muro libero a disposizione dei Writers dove potersi esprimere liberamente, c’è stato anche uno spazio dove fare musica, dove chiunque ha potuto cantare, un tappeto dove chiunque ha potuto ballare.

Ecco quindi un primo stralcio dei murales realizzati in questa sessione di Dan la Rue; apriamo le danze con l’opera di una icona della street art romana, un punto di riferimento per i veterani, una guida per i giovani che sempre più numerosi si affacciano  al mondo del Writing. Ovviamente stiamo parlando di Bol 23 e questa è la sua opera realizzata sabato 27 giugno in piazza Pino Pascali:

_MG_7127

Abbiamo cercato di dare una sequenza spaziale alle opere che andremo a presentarvi significando che iniziamo a scorrere il muro libero da sinistra verso destra, partendo dall’angolo di via Palmiro Togliatti per arrivare, fra qualche giorno, al lato che tocca via Gino Severini. Ovviamente, come di consueto, non citeremo gli autori delle opere di Lettering; ogni artista, scorrendo le pagine di “FotografiaErrante” potrà trovare il suo capolavoro e magari condividerlo con i propri amici. Buona visione!

1.2

1.3

1.4

1.5

1.6