HOPNN

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /84

Ricordate il “Murale al Giorno” numero 21? Vi avevamo presentato un trittico di  Yuri (HOPNN in cirillico) realizzato su tre grandi serrande affiancare al “CSOA ex Snia”. Questa sera del 26 ottobre ve ne presentiamo un’altro realizzato di recente e che ha la particolarità di essere diffuso all’interno di un quartiere. Stiamo parlando del Pigneto; Yuri vi ha fatto ritorno, dopo la sua interminabile trasferta francese, e si è presentato come al solito realizzando delle opere sublimi, sempre inconfondibili. Il messaggio lanciato dall’artista e sempre quello che gli sta più a cuore, andare in soccorso dell’ambiente, e nello specifico di una metropoli soffocata dal traffico. la prima opera di questa trilogia, affissa nottetempo in via Giovanni Brancaleone presenta una mente chiusa da un casco automobile, la seconda che si presenta in tutta la sua luminosità in via Castruccio Castracane mostra un Cardinale che si appresta a cibarsi di anidride carbonica servitagli su di un tavolo automobile ed una terza presente in via Macerata che mostra un giovane in bicicletta, tutto bardato e con una torcia in mano, che si prepara ad affrontare festoso i rigori dell’inverno in arrivo.

084a

via Giovanni Brancaleone

084c

via Castruccio Castracane

084b

via Macerata

Annunci

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /21

Oggi 21 luglio,andiamo in un centro di aggregazione sociale: l’ex SNIA di via Prenestina  a Roma. La SNIA Viscosa, abbandonata da decenni fu occupata le lontano 1995 da studenti e cittadini del vicino quartiere Prenestino e venne bloccata una gigantesca speculazione edilizia che avrebbe riguardato l’area dell’intera ex fabbrica. Di recente la SNIA è assurta alle cronache romane perché è stato pubblicizzata, nella contigua area del Parco delle Energie che ne è allo stesso tempo parte integrante, l’esistenza dell’unico lago sorgivo sito nel comune di Roma nato alcuni decenni fa nel corso di una delle tante scellerate operazioni di cementificazione della capitale che, nel caso specifico, portò allo sfondamento della falda acquifera che diede origine al lago.

Il centro è ricco di opere di street art, vogliamo in questa occasione mostrarvi le opere realizzate dallo street artist Yuri (in cirillico юрий), nativo di Chiaravalle ma romano di adozione. Sua la famosa formula +BC=-CO2, un invito esplicito ad utilizzare la bicicletta per i propri spostamenti.

2014-07-21a   2014-07-21b   2014-07-21c

2014-07-21d

 

Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz_città meticcia /5

Micaela Lattanzio: suo il compito di realizzare la stanza fiorita per il MAAM, il Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz_città meticcia. L’artista ha ideato un’esplosione di fiori raccolti in vortici dalle suggestive spirali. Potremmo definire questa stanza uno spazio intimo, un invito alla meditazione.

_MG_9184

 

_____________________________________________________________

 Massimo Attardi fa un uso assolutamente personale e iconoclastico della stampa alla gomma bicromata; una tecnica classica come la gomma, ampiamente sfruttata durante i decenni, viene infatti reinventata e messa al servizio di reali esigenze espressive, dando vita al personale e inconfondibile mondo visivo.

Attardi realizza per il MAAM questa opera “Lang” che possiamo definire come un omaggio all’autore di “Metropolis” che strizza l’occhio anche al gioco “facce di luna” di “Space Metropoliz”.

_MG_9106

 

_________________________________________________________________

Le opere di HOPNN invadono le metropoli e, tramite il suo personale e sintetico linguaggio, lo street artist romano lancia messaggi in soccorso dell’ambiente, e nello specifico di una metropoli soffocata dal traffico.

Ormai famoso il suo slogan, in bilico tra la militanza ecologista ed il radical chic, “+ BC = – CO2” affiancato in numerose opere alle bicliclette che si susseguono in cerchio. HOPNN è presente al MAAM con un’opera a largo respiro (di cui questo è un prezioso particolare) che vede il sopravvento della bicicletta, aperta a tutti, sulla ferraglia automobilistica; un invito a fare attenzione al nostro pianeta e alla necessaria presa di coscienza che dall’individuo deve muoversi verso la collettività.

_MG_9062

___________________________________________________________________________________

David Pompili ci ripropone una realtà nuova con una poetica tutta sua fatta di personaggi comuni, come bambini e anziani, inseriti totalmente nella società. Egli utilizza varie tecniche nella realizzazione delle sue opere; in questa realizzata al MAMM propone soggetti sovrapposti ai messaggi pubblicitari, con un palese richiamo alla pop-art, reinterpretata in chiave moderna e con una tecnica molto personale. David regala una sua visione personale del mondo, tanto reale da sembrare quasi una fotografia.

_MG_9154

____________________________________________________________

Qui una delicata opera di Pikett esposta al MAAM

_MG_8672

____________________________________________________________

Queste due immagini sono particolari della grande opera di Hogre posta sulla parete esterna ad est del complesso che ospita il MAAM. Di recente l’artista ha ampliato questo dipinto corredandolo di nuove immagini che avremo modo nel futuro immediato di sottoporre alla visione dei frequentatori di questo progetto in qualsiasi parte del mondo si trovino!

_MG_9134     _MG_9135

Viaggio attraverso il Quadraro /7

Via Selinunte: al numero 57 ci sono due opere di Yuri (HOPNN in cirillico) che campeggiano sulla parete esterna del CSOA “Spartaco”, quelli del “Quadraro, il quartiere che non abbozza”.

_MG_1521

Molteplici le attività organizzate dai ragazzi di Spartaco, dalla trattoria popolare che funziona tutte le sere, con wi-fi gratuito, al gruppo di acquisto solidale, dai vari laboratori di produzione culturale (Russe Walkin’ orchestra – laboratorio di percussioni brasiliane – milonga popolare – tango argentino) allo sport in movimento (palestra popolare – Rugby – boxe – yoga), dalla ciclofficina alla informazione ed educazione ambientale.

_MG_1523

 

 

 

Largo Spartaco. Opere realizzate dagli street artist Diamond e Solo a Largo Spartaco, estrema propaggine del Quadraro, cosiddetto “Nuovo”, dove questo si fonde con il quartiere di Cinecittà.

_MG_1527 _MG_1526 _MG_1530 _MG_1532

Queste opere, di recente produzione, sono state realizzate dai due artisti per festeggiare il compleanno del CSOA Spartaco.