Guerrilla Spam

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /249

Alcuni giorni fa avevamo percorso le strade del Pigneto (murale al giorno numero 247) ammirando le opere esposte dagli street artist Standar 574 e Gorilla. Questa sera presentiamo alcuni nuovi pezzi esposti di recente nelle strade del quartiere e poi ne rivisitiamo qualcuno che miracolosamente lo abbiamo trovato libero da ostacoli che ne impedivano la vista; uno in special modo:

248a

opera di LAC in via Braccio da Montone

248b

Guerrilla Spam in via Castruccio Castracane

248c

via del Pigneto

248d

via del Pigneto

248e

elegante Lettering in via Fortebraccio

248f

Leo Moroh in via Fortebraccio

248g

James Boy e Exit-Enter in via Macerata

248h

Exit-Enter in via del Pigneto supportato da un esplicito invito all’azione

248i

Carlos Atoche in via del Pigneto

Annunci

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /218

Seconda ed ultima parte del nostro reportage fotografico da Ostia; ricordiamo che l’intervento artistico si è sviluppato sulle pareti esterne ed interne del mercato Appagliatore.

Oltre a queste due opere di splendidi esercizi calligrafici opera di gruppo di artisti locali:

218a

IMG_4471-Modifica

oltre a quelle presentate con il murale al giorno numero 217 ecco ora le opere realizzate da Diamond, Geometric Bang, Bol 23, collaborazione AtocheAlverez di Studio Sotterraneo, DesX e collaborazione Mr. Thoms – Guerrilla Spam:

218b

l’opera di Diamon

218bb

particolare

218c

l’opera di Geometric Bang

218d

l’opera di Bol 23

IMG_4479

Lalla

218f

opera a due mani: Carlos Atoche e Luis Alberto Alvarez

218g

particolare d’angolo

218h

l’opera di DesX

218hh

incontro ravvicinato

218i

l’opera di Mr. Thoms e Guerrilla Spam

218iiiii 218iiii

218iii 218ii

particolari dell’opera

———————————-

—————————————————

218l

Mani

—————————————-

———————————————————

——————————————————————–

PRESENZE

218m

218n     218o

218p     218q

218r     218s

 218t     218u

218z

————————————————-

218v

elogio dell’acqua pubblica

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /217

Nel il murale al giorno numero 189 del 23 maggio scorso accennammo al festival YOUTH MARKET, manifestazione di street art che coinvolse una folta schiera di artisti che cambiarono, nel corso di un fine settimana, il volto del mercato Appagliatore di Ostia, città nella città, sezione rivierasca della Capitale. Iniziamo questa sera una rapida carrellata delle opere esposte sui muri di quel mercato. Gli artisti sono, nell’ordine,  ADR, Nicola Alessandrini, Guerrilla Spam, Gesta Future, Andy Green e Solo

217b

ADR

—————————————–

217c

Nicola Alessandrini

——————————————————

217e

Guerrilla Spam

————————————–

217f

Gesta Future

——————————————–

217g

Andy Green

——————————————

217a

Solo

———————————————

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /207

IL murale al giorno di oggi 3 agosto lo siamo andati a cercare in un Centro di Aggregazione Sociale della Capitale, tra quelli storici, “Il Villaggio Globale”, nato nel 1990 come centro interculturale all’interno dell’ex Mattatoio di Testaccio con l’occhio rivolto ai temi legati all’immigrazione. L’opera che presentiamo questa sera, realizzata dal Collettivo Guerrilla Spam, riempie completamente le pareti di un lungo corridoio che dall’ingresso porta al chiostro; su di esso si aprono poi varie porte che immettono al grande salone delle conferenze e a vari locali di servizio.

Guerrilla SPAM nasce nel novembre 2010 a Firenze come spontanea azione non autorizzata di attacchinaggio negli spazi urbani, senza un nome e un intento definito. Dopo alcuni mesi arriva un riscontro dal pubblico e si consolida la guerriglia urbana, dando un nome al gruppo: Guerrilla SPAM. Dal 2011 si susseguono numerosi lavori in strada in tutta Italia e all’estero, che mantengono un forte interesse per le tematiche sociali e per il rapporto tra individuo e spazio pubblico, prediligendo l’azione urbana illegale all’evento più ufficiale e autorizzato (da http://guerrillaspam.blogspot.it/).

L’opera, realizzata nel mese di marzo di quest’anno, è l’attacco n. 85 e porta il nome “Salita (e discesa) dal colle della sapienza”.

207a     207b

stipiti d’ingresso 

207c

la parete sinistra

207d

il frontone di raccordo

207e

la parete destra

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /189

Oggi ad Ostia, ridente quartiere costiero della città di Roma, si è svolto YOUTH MARKET, un festival che ha coinvolto un folto stuolo di street artist romani e non, da Mr. Thoms a Guerrilla Spam, da Carlos Atoche  a Nicola “Nik” Alessandrini ed altri che si sono scatenati artisticamente sul muro di recinzione del mercato Appagliatore trasformandolo in una tavolozza multicolore. C’erano anche Andy Green e ADR con i loro originalissimi ed accattivanti poster,  Solo e Diamond con i loro murales ad effetto, uno strabiliante Bol 23 con i suoi paperi di un mondo felice. E per finire Geometric Bang e un raffinato Gesta Future.

A margine di questo evento, in via delle Sirene, a ridosso del lungomare Paolo Toscanelli c’è stato un grosso fermento artistico; sul muro di recinzione di uno stupefacente fabbricato d’epoca è apparsa una splendida opera (poster) di Guerrilla Spam, eccola:

 

 189c

l’opera

Ed ora tre particolari dell’opera:

189e     189d

189f

E per finire, l’ambiente espositivo:

189g

Con Guerrilla SPAM e JBRock in giro per Roma

Questa sera una puntata speciale per FotografiaErrante! C’è molto fermento nell’aria in questa città sorniona, specie nel cosiddetto mondo della Street Art. Ad accendere la fiamma mai sopita del dibattito su cosa è giusto e cosa è sbagliato, se ti comporti così non devi più chiamarti street artist, se sei così intransigente quello tuo è un comportamento da fascista (che parolona!), se fai un muro legale sei un venduto, e chi più ne ha più ne metta, ci ha pensato uno street artist con le carte in regola per farlo: JBrock.

Queste sono le sue testuali parole che secondo il nostro parere colgono nel centro della questione:

Tu me lo stacchi?
Io ce lo riattacco!
Vedemo un pò chi o vince sto gioco.

E voi, che vi definite o vi definiscono “street artist” venite a giocare a fare la street art pe davero?!
O nun ve aregge più?
Daje, namo un pò e resuscitate cazzo!

Ci tengo a chiarire onde evitare fraintendimenti che questo vuole essere uno stimolo e non una critica, hai appena iniziato a fare robba in strada ? Beato te quella sensazione all’inizio è la cosa più potente, spacca tutto!

Hai iniziato già da un pò di tempo e ti pagano per fare i tuoi lavori su muri legali? Cazzo nun te scorda da dove arrivi e continua spaccare tutto!

Hai iniziato da tanti anni ti pagano per fare muri e facciate in giro per il mondo e i tuoi quadri costano 10.000 € al metro quadro?
È proprio con quest’ultima categoria con la quale ci tengo maggiormente a confrontarmi pe strada, ve lo ricordate chi ce stava per strada all’inizio insieme a voi? Vi sto aspettando, nun ce credo che vi si è spento il fuoco, ariaccennetelo.

Spero di vedere tanta robba nova ar giro pe Roma.
Buona giornata a tutti.”

E per vedere tanta robba pe strada, per la felicità della mente della gente ha cominciato proprio lui, JBRock, insieme a Guerilla SPAM a dare una bella scossa  al movimento.

Ieri ci siamo concessi una bella e salutare passeggiata nel quartiere Ostiense e questo ne è il resoconto:

DSC_1094

via delle Conce: qui il poster di Guerrilla Spam ha retto circa un giorno poi ha preso il volo per mano ignota

DSC_1125

piazza del Gazometro, qui JBRock e Guerrilla fanno compagnia alla preesistente opera di K2m

DSC_1130

via Ostiense, di fianco all’Alexis

DSC_1133

via Giuseppe Libetta angolo via Ostiense

DSC_1139

via Giuseppe Libetta

DSC_1142

via Giuseppe Libetta

DSC_1146

Ponte degli Argonauti (ex fermata metro Garbatella)

DSC_1149

via Ostiense, prossimità ponte Settimia Spizzichino

DSC_1182

via Ostiense angolo cvalcaferrovia Settimia Spizzichino, quattro Street artist: Calatrava, Guerrilla SPAM, Artcock (felicemente sorretto) e JBRock