Roberta Gentili

Edificio Fleming /15

Avevamo lasciato questo splendido reperto di archeologia industriale romana il 28 gennaio scorso quando ci eravamo concessi una approfondita escursione alla scoperta delle opere di Lettering realizzatevi nel corso degli anni. Oggi, a distanza di un mese, ci siamo tornati in compagnia di un ospite d’onore, un artista sudamericano, per la precisione Argentino, di origini italiane. Lui si chiama Federico Cimatti ed è una persona molto attenta ai diritti dei più deboli. Proprio dai muri di questo edificio carico di storia, dove gli uomini lavoravano alla produzione di medicinali, di cui il più importante, la Penicillina, era, grazie anche alla rinuncia ai diritti da parte del suo inventore, sir Alexander Fleming, destinata proprio ai paesi e alle popolazioni più povere del mondo, ha voluto lanciarei suoi forti messaggi di fratellanza ed accoglienza. Di questo artista e delle sue esposizioni parleremo a presto per dare un resoconto completo sulla sua attività.

Tra l’altro lo abbiamo condotto nei meandri dei vari edifici che facevano parte del complesso industriale alla scoperta delle opere di street art italiana da lui molto apprezzate. E come di consueto il sito non smette mai di stupirci; tra un Jerico pennellato da una inconsueta luce cupa dovuta ad un cielo veramente plumbeo,

15.1

una vera e propria istallazione che ha preso forma ai piedi della donna incatenata di Roberta Gentili,

15.2

15.3     15.4

il salone “Atoche“, completamente rivisitato rivisitato dall’artista,

15.5

15.6

oltre all’opera di Carlos Atoche, a sinistra si vede l’opera di Rox Piridda, artista torinese di origini siciliane, realizzata la scorsa estate

in un locale, una volta adibito a servizi igienici, è stata realizzata una vera e propria composizione pittorica dall’artista messicano Luis Alberto Alvarez.

15.7

vista anteriore

15.9     15.8

vista posteriore

 15.10

figura su pannello ligneo

Abbiamo inoltre scovato un altro piccolo edificio, defilato e che non avevamo mai notato perché nascosto da un vero e proprio muro di sterpaglie. Quel muro oggi era misteriosamente scomparso, ma noi sospettiamo che alcuni ospiti si siano rimboccati le maniche e stiano cercando di rendere più accogliente il sito. Abbiamo così potuto verificare che questo piccolo edificio custodisce due raffinate opere di Lettering; eccole:

15.11

15.12

Annunci

Edificio Fleming /7

Un’altro passaggio, e sicuramente non l’ultimo, alla ex fabbrica di medicinali. Questa sera vi presenteremo quattro opere diversissime tra loro che dimostrano quanto sia vivo e vario il mondo della street art romana. La prima opera che vediamo è quella di Roberta Gentili, già incontrata due giorni fa con la presentazione del lavoro da lei realizzato con Pino Volpino. E’ rappresentata una giovane donna alla mercé di un mondo misterioso fatto di pozioni magiche e sorvegliata da esseri alieni:

7.1

l’opera di Roberta Gentili

7.2

superba la sua posizione!

La seconda opera che vi presentiamo è un poster di pregevole fattura che presenta una splendida Marilyn Monroe tatuata; è esposta un po’ defilata rispetto agli altri murales presenti nel sito, e difficilmente raggiungibile dall’occhio del visitatore distratto; ma a noi, attenti anche alla più piccola sfumatura delle ombre, si è mostrata fin dal primo giorno in tutta la sua bellezza. L’autore è RXIII. (R-13)

7.5

Marilyn

7.6

tra le assurde geometrie del luogo

La terza opera che vediamo, riteniamo sia una delle più datate; ad un volto appena accennato si contrappone un corpo aggraziato e con ombre ben distribuite; il sesso è sfacciatamente surreale. l’opera non è firmata:

7.3

l’opera

7.4

nel tetro scantinato

L’ultimo pezzo  che presentiamo questa sera preannuncia un prossimo passaggio nel mondo del lettering che anche in questo sito è variamente rappresentato:

7.7

l’opera

7.8

vista da lontano

Edificio Fleming /5

Dopo breve pausa bucolica riprendiamo il reportage dalla fabbrica abbandonata, in via Tiburtina a Roma, che un tempo fu sede di un’industria farmaceutica all’avanguardia per tecnologia; vi si produceva la penicillina che soddisfaceva non solo il fabbisogno del nostro paese ma addirittura quello di tutta Europa. L’artista su cui questa sera focalizziamo la nostra attenzione è Pino Volpino, perfetta simbiosi fra l’amore per l’essere umano e l’amore per gli animali, una figura squisita, e come uomo e come artista. Una delle opere, che in seguito puntualizzeremo, è stata realizzata con la collaborazione dell’artista Roberta Gentili. Nella lunga carrellata, svariate sue opere sono esposte sui freddi muri di questo immenso sito, vedremo simpaticissimi animali che sembrano vivere tensioni e passioni …… umane:

5.1

asinello dal manto blu di Prussia

5.2

la dama con la foca, opera a quattro mani con l’artista Roberta Gentili che ha realizzato la dama

5.3     5.4

la foca di Pino Volpino                                     la dama di Roberta Gentili

5.7     5.6

la famiglia maialini

5.8

che timidamente esplora l’ambiente

5.9

l’elefantino miseramente caduto dal cielo

5.10

in un freddo e sporco interrato