Tor Sapienza

Dans la Rue, volume 5 /5

Terminiamo questa sera il Reportage da Piazzale Pino Pascali, dove il 27 giugno si è svolta la Convention organizzata dal Collettivo “Dan La Rue”, quinto appuntamento di quello che è divenuto ormai un evento di assoluta rilevanza per la street art romana. Le opere che vedremo sono quelle realizzate sul lato destro della grande murata che si estende per oltre duecento metri da viale Palmiro Togliatti a via Gino Severino. L’appuntamento è per l’anno prossimo sempre alla fine del mese di giugno. Non mancheremo!

5.1

5.2

5.3

5.4

5.5

Annunci

Dans la Rue, volume 5 /4

Quarta visita dell’esposizione delle opere  prodotte dai Writers romani in occasione della Convention Dans la Rue, volume 5, sul grande muro di recinzione dell’ex Centro Carni di Roma che si affaccia sull’immenso piazzale Pino Pascali al quartiere Tor Sapienza. Siamo nell’estrema periferia est della città, all’altezza dello storico “Quarticciolo”, parte del più ampio quartiere Alessandrino, che deve il suo nome al Rione che esisteva una volta dove ora si estende quella brutta strada chiamata via dei Fori Imperiali. Il quartiere ha assunto quel nome proprio perché vi furono deportati tutti gli abitanti le cui case furono rase al suolo per costruire quella strada che unisse piazza Venezia, con il suo altare della patria, con il Colosseo, massima opera architettonica dell’Impero Romano.

Ecco i murales che abbiamo selezionato per questa puntata; vi ricordiamo le opere si susseguono così come sono state effettivamente realizzate; procedendo da sinistra verso destra, ormai abbiamo superato la parte centrale del muro e ci stiamo avvicinando  all’ingresso dell’esistente deposito AMA.

 4.1

4.3

4.2

4.4

4.5

Dans la Rue, volume 5 /2

Proseguiamo il viaggio intrapreso ieri nel cuore dell’evento Dans la Rue, vol. 5. Questa è la seconda carrellata delle opera realizzate dai Writers romani nel corso della convention tenutasi sabato 27 giugno in Piazzale Pino Pascali, a Tor Sapienza, sull’area che ogni domenica viene interessata da un immenso mercato conosciuto col nome di “Porta Portese 2”. Lì c’è un immenso muro ormai sede fissa della manifestazione che quest’anno è giunta alla sua quinta edizione.

Ricordiamo che, nel presentarvi i murales stiamo seguendo un ordine ben preciso; siamo partiti ieri dal lato che confina con viale Palmiro Togliatti e arriveremo, tra qualche giorno, dove il lunghissimo muro libero muore su via  Gino Severini.

Questa è la sequenza delle opere che abbiamo selezionato questa sera; come al solito, buona visione!

2.1

2.2

2.3

2.4

2.5

2.6

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /113

Grande evento oggi 21 dicembre: festa del solstizio di inverno a Metropoliz, a Roma in via Prenestina 913; porte aperte e Work in progress al MAAM, il Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz_città meticcia. Grande folla che i musei ufficiali di arte contemporanea della città nemmeno riesco a vedere in un mese! Noi da parte nostra, nel corso della visita, siamo anche riusciti nell’impossibile, abbiamo fotografato il grande murale di Leo che è stato realizzato su di un muro assurdo che non rende, per nulla, onore a quell’opera che, a nostro parere, è incredibilmente  intensa.

113a

“mondo n’uovo” l’opera di Leo

113c     113b

visione normale, sia destra che sinistra

Il lettering di piazza Pino Pascali /4

Terminiamo con oggi , 15 dicembre,. il resoconto della nostra sortita in piazza Pino Pascali dove c’è un grande muro, lunghissimo, affrescato dai Writers Romani, veri Street Artist, per “Dans la Rue – vol. 4”). Ovviamente fra qualche tempo torneremo nel sito per documentare le trasformazioni artistiche nel frattempo avvenute.

4-1

4-2

4-3

4-4

4-5

4-6

4-7

piazzale Pino Pascali in una giornata non domenicale: una visione parziale del grande muro affrescato dai Writers romani

Il lettering di piazza Pino Pascali /3

Continuiamo la nostra visita al libero museo di piazza Pino Pascali; abbiamo appena superato la metà del muro, ecco le nuove opere:

3-2

3-3

3-4

3-5

3-6

3-7

3-1

 

n.d.r. – a parità di larghezza, più è piccola l’immagine, di maggiori dimensioni è l’opera; ovviamente questa viene rimpicciolita per essere contenuta nella massima ampiezza disponibile del foglio elettronico.

Il lettering di piazza Pino Pascali /2

Oggi 13 dicembre continuiamo la nostra carrellata delle opere di Lettering esposte sul grande muro di recinzione dell’ex Centro Carni romano in piazza Pino Pascali a Tor Sapienza. Se vi foste decisi ad andare a vedere di persona quel grande muro completamente affrescato dagli Street Artist romani, non fatelo domani, perché incappereste in una bolgia; lì, la domenica, si svolge un immenso mercato frequentato da migliaia e migliaia di persone.

2-1

2-2

2-4

2-5

2-3

2-6

2-7

Il lettering di piazza Pino Pascali /1

Con il murale al giorno numero 67, con l’assaggio di un delizioso lettering che vi invito a rivedere, vi avevamo preannunciato che in piazza Pino Pascali, di fianco all’ex Centro Carni di Roma, dove la domenica si svolge un grande mercato conosciuto col nome “Porta Portese 2”, c’è un lunghissimo muro dove, con rapidità vertiginosa, murales multicolori vanno a sovrapporsi ad altri murales altrettanto colorati; stiamo parlando ovviamente della branca “Lettering”. Se ci andate nei giorni feriali, quando il piazzale, a parte qualche scuola guida “fai da te”, è tranquillo e completamente libero, potete parcheggiare la vostra automobile e fare una bella passeggiata per godere di quelle opere che sembrano inseguirsi, senza soluzione di continuità, sul quel muro lungo più di duecento metri.

Da notizie giuntemi, sembra che annualmente,  verso l’inizio dell’estate, convergono su questo sito i migliori Writers da tutta l’Italia per cimentarsi in una festa alternativa della street art, appuntamento che cercheremo di non mancare per il prossimo anno. Da una visita che abbiamo effettuato lo scorso mese di settembre abbiamo selezionato questa piccola carrellata di murales che spero renda l’idea della raffinatezza del materiale artistico colà custodito. E visto con quale rapidità siamo abituati a veder cambiare la fisionomia di questi muri, non è detto che il visitatore che vi si rechi domani trovi anche solo un’opera di quelle presentate questa sera. Ovviamente con qualche puntata successiva saremo esaustivi con la presentazione di tutte le opere presenti.

 1-5

1-1

1-2

1-4

1-7

1-6

1-3

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /102

Questa sera del 18 novembre lasciamo da parte per un attimo l’Outdoor Festival per celebrare un evento che si è svolto domenica 16 a Metropoliz, in via Prenestina 913, che ospita il MAAM (Museo dell’Altro e dell’Altrove). L’artista egiziano Ammar Abo Bakr, sconosciuto per noi piccoli provinciali, ma famosissimo in patria come il miglior street artist, ha dipinto su un muro del museo un ritratto pieno di fascino della militante dei diritti civili e delle donne egiziane, Sana’a Seif, in carcere preventivo da ormai 5 mesi per il solo motivo di aver protestato contro l’arresto del fratello Alaa Abdel Fattah. La ragazza sta portando avanti da diverso tempo uno sciopero della fame contro gli arresti dei suoi concittadini per reati di opinione. Precisiamo che il completamento dell’opera da parte dell’artista è ancora in corso e che quindi avremo, in un prossimo futuro, la possibilità di vedere l’opera definitiva. Buona visione!

102a

l’opera

102b

particolare dell’opera