Eukary ota

Il Lettering di via Renato Cesarini /4

Rapida puntata in via Renato Cesarini nella giornata di oggi Primo Maggio, festa dei Lavoratori, prima di andarcene a Piazza S.Giovanni a gustarci il tradizionale concerto. Quel muro, che poco più di dieci giorni fa era stato oggetto di un massicci intervento di writing, ritorna oggi alla ribalta. Lì abbiamo scovato un nuovo pezzo realizzato da Bone di TNT con la perfetta collaborazione di Cquta. Eccolo:

4.1

il pezzo

4.2

zoom sul puppet

Annunci

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /271

Il Murale al Giorno di oggi 22 Aprile lo abbiamo scovato sotto il ponte della fermata Metro S.Paolo della linea B, in via Giustiniano Imperatore. L’artista è “CQUTA”; l’opera, uno dei suoi caratteristici personaggi che di solito scortano eleganti esercizi calligrafici. Le espressioni dei puppets di CQUTA ogni volta lasciano trapelare uno stato d’animo particolare, ora sornione, ora scanzonato, a volte provocatorio altre minaccioso, sempre richiamano l’attenzione del viandante! Ecco il pezzo:

271a

Sulla strada di ritorno poi, in via Giulio Aristide Sartorio, il nostro occhio è stato colpito da un’altro suo personaggio; questa volta era in ottima compagnia, faceva compagnia ad un pezzo di tutto rispetto;

271b

271c

Il Lettering di via Renato Cesarini /2

Diverso tempo fa, il 17 gennaio scorso, avevamo presentato ai frequentatori del progetto FotografiaErrante il muro che delimita un parcheggio defilato in via Roberto Cesarini; ci siamo tornati due giorni fa ed abbiamo constatato che è stato fatto un grande salto di qualità, provvediamo quindi, senza indugio, a presentare le opere che vi sono state di recente realizzate.

Siamo nel quartiere istituzionale Ardeatino, il XX di Roma, in quella strana zona dove, sull’onda dello sperimentalismo architettonico modernista degli anni settanta del secolo scorso, furono realizzati una serie di palazzoni circolari di immense dimensioni che dovevano, nella mente degli ideatori, essere delle isole autosufficienti, sia dal punto di vista organizzativo che dal punto di vista sociale. Inutile dire che si è trattato di un fiasco colossale.

I pezzi che presentiamo questa sera sono stati realizzati da gruppi molto attivi in questi ultimi tempi sulla piazza romana. Il loro stile è elegantissimo e allo stesso tempo scanzonato. Gli esercizi calligrafici sono di una eleganza estrema, i puppets coloratissimi e molto espressivi.

Prima di passare alla visione dei pezzi vorremmo soffermarci per un attimo sul concetto di immagine fotografica. Oggi con i mezzi a disposizione che si hanno, tutti sono pronti a cogliere i tanti volti del mondo che li circonda; basta avere a disposizione una discreta attrezzatura, magari aver fatto un corso di post-produzione ed ecco fatta una bella fotografia! Ma tra una bella fotografia (che risponde esclusivamente a canoni di eleganza e perfezione prospettica) ed una buona fotografia, ce ne passa. Una buona fotografia deve esprimere, per prima cosa, i sentimenti di chi sta dietro la macchina fotografica, conditi dei sogni, delle frustrazioni e delle idee, perché no, anche politiche dell’autore. In secondo luogo, poi, deve avvicinare l’anima del soggetto fotografato a colui che è il fruitore ultimo dell’immagine. Fare esclusivamente una bella fotografia, che può colpire l’osservatore per l’eleganza con cui presenta il suo contenuto, potrebbe somigliare molto a quel lungo corridoio attraverso il quale viene lanciato un salame!

Eccoci giunti quindi al momento di presentare i pezzi esposte nel parcheggio di via Renato Cesarini, che in occasione della nostra visita abbiamo trovato stranamente, per la quasi totalità, privo della materia prima: le automobili parcheggiate! E questo per noi è stato uno sommo bene!

1.6

il parcheggio semideserto

1.1

da “io lecco…tu succhi” in perfetto inglese – (questa immagine è stata colta prima che il pezzo fosse completato – n.d.r.)

1.4

al “con il passato ci faccio il sugo” in perfetto romanesco

_______________________________________

1,2

_________________________________________

1,3

1.5

immagine d’ambiente

____________________________________

1.7

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /267

Il “murale al giorno” odierno ci porta al Parco delle Energie, quello che si affaccia sul Lago che -non vediamo l’ora- venga finalmente dato in fruizione alla città. Quel lago, unico sorgivo dell’immenso territorio del Comune di Roma, ricordiamo, è stato generato dalla rottura della falda acquifera di quella che era “L’Acqua Bullicante” ad opera della solita speculazione edilizia dei palazzinari nostrani.  Il muro è quello ambitissimo (ed in proposito, prima o poi, faremo una veloce carrellata delle opere di street art che vi sono state esposte, almeno negli ultimi quattro anni) che separa la pista polivalente dall’area di pertinenza del Centro Sociale Occupato Autogestito “Exsnia”.

Questa volta è stato affrescato da uno dei gruppi più attivi di Roma, almeno per quanto riguarda gli ultimi tempi. Ecco il pezzo, in perfetta armonia con la stratificazione artistica del muro che ben si nota nella parte alta della foto proposta.

267a

Ed ora un passaggio dettagliato sui vari componenti  (quattro elementi calligrafici e due puppets) del grande murale, che ricordiamo si estende per una lunghezza di circa  25 metri:

267c

267d

267e

267b

Il lettering di via Marilyn Monroe /5

Eccoci quindi, come promesso, alla seconda tornata delle opere esposte in via Marilyn Monroe nel 2015. Cominciamo con le prime tre opere

5a

5b

5c

Che ora vediamo assemblate sul muro espositivo:

5d

Ora altre tre opere:

5e

5f

5g

Anch’esse raggruppate in sequenza:

5h

Il muro ora se ne va su in salita e altre opere si susseguono, per almeno un altro centinaio di metri, senza soluzione di continuità. Ecco altri gruppi di opere. Potete notare come il povero Cristo sofferente presentato ieri abbia ceduto il posto ad un’opera variopinta.

5i

5l

5m

_____________________________________

5n

uno scorcio ambientale

____________________________________

Al termine del muro libero, due guardiani sembrano messi li apposta per sorvegliare che le opere esposte, almeno fino a quando non arriverà il momento della loro sostituzione, non subiscano danni di sorta:

5o

5p

Il lettering di via Marilyn Monroe /4

Prima visita dell’anno in via Marilyn Monroe, ma si tratta di una visita virtuale; prima di passare a presentare ai frequentatori del progetto “FotografiaErrante” i nuovi pezzi apparsi in questo primo scorcio di anno, facciamo, in due puntate, una retrospettiva e mostriamo alcune chicche realizzate lo scorso 2015 e che, che mancanza di tempo, avevamo lasciato in un cassetto. Inutile dire che alcuni pezzi sono stati già coperti da nuove opere quindi, anche per chi fosse già passato per quella strada, questa è una buona occasione per rivederseli.

4.1

siglata J/B

4.2

un povero Cristo sofferente

4.3

inserito nell’ambiente

4.4     4.5

passa un bus ………………… e poi un altro

4.6

ed ecco il pezzo!

4.7

particolare

—————————————————–

4.8

orgoglio, amore, gioia………………. forse una dichiarazione d’amore

IMG_3583

____________________________________

4.11

profilo

4.10

campo lungo

Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /234

Un salto al Parco delle Energie, oggi valeva proprio la pena di farlo; un microcosmo di arte spontanea che si arricchisce di giorno in giorno: un continuo divenire di colori e forme che allietano coloro che vengono a trascorrere un po’ del lor tempo libero in questi tranquillo parco che, speriamo presto, diventi corollario dell’unico lago sorgivo che si trova nel comune di Roma. Come tutti ben sanno questo lago ha visto la luce da pochi anni, è nato lì dove c’era “l’acqua bullicante” una falda acquifera (con forte concentrazione di idrogeno solforato) portata poi alla luce durante gli scellerati lavori per costruire un centro commerciale dentro la ex Snia Viscosa di cui territorio dell’attuale parco era, negli anni a cavallo fra le due guerre del secolo scorso, parte integrante. Per una volta grazie all’avidità dei palazzinari nostrani, un’area destinata a divenire, con la complicità di amministratori senza scrupoli, un cubo di cemento armato, verrà, si spera presto, restituito alla collettività che saprà farne sicuramente buon uso.

234a

il Parco delle Energie con la pista polivalente

Questa sera vi presentiamo le ultime opere apparse (riteniamo poco prima e a cavallo delle feste natalizie/fine anno) sui muri del Parco delle Energie, in particolare di quella che è la struttura polivalente confinante con gli edifici del Centro di Aggregazione Sociale “Ex Snia”.

234c

opera di Ivan Fornari

234d

inserita nell’ambiente

234e

perla pittorica di Cristina Rossillo (usata da qualcuno come tavolozza per esprimere sentimenti)

234f

in visione d’ambiente

234g

esercizio calligrafico (parte in basso) su vecchia opera del 2012

234h

nudo di donna dipinto da Hos

234i

nell’ambiente (sullo sfondo sopravvive una figura dalle vaghe sembianze umane realizzata da Eukary ota)

234l     234m

due opere di ridotte dimensioni incastonate su due rientranze

234n

dipinto astratto di Marco Ricco cnc che incornicia una piccola opera di Ivan Fornari

234o

che qui vediamo nei dettagli

234p

il tutto inserito nell’ambiente

234q

terza opera di Ivan Fornari presente al Parco delle Energie

Il lettering di via Luigi Chiarini /8

Prima murata del 2016 quella che presentiamo questa sera. Siamo, ma l’avete già scoperto dal titolo, in via Chiarini nella zona Vallerano, oltre il Grande Raccordo Anulare di Roma, un posto dove ci sono un sacco di casette appartate dove sembra non abiti nessuno; di gente se ne incontra pochissima, ogni tanto qualche automobile sfreccia veloce, urtando malamente il rialzo degli attraversamenti pedonali. Un gruppo di artisti, già passati per le maglie della rete di FotografiaErrante ha realizzato un’opera di largo respiro con tema Western, si tratta di tre esercizi calligrafici intervallati con due pezzi figurativi di tutto rispetto.

8.1

l’opera

8.2

nell’ambiente

Ed ora in evidenza i particolari figurativi della murata:

8.3

8.4

————————————————

Nel lato opposto della strada, proprio di fronte all’opera ora presentata, c’è un altro prodotto artistico, anch’esso realizzato su fondo rosso, che non avevamo ancora presentato; ne approfittiamo per colmare la lacuna:

8.5

l’opera

8.6

sotto il ponte

8.7

nell’ambiente

Il lettering della fermata FL1 a Villa Bonelli /8

Passate le feste di fine anno riprendiamo il discorso sulla street art romana riannodando il filo lì dove l’avevamo lasciato il 21 dicembre dello scorso anno. Torniamo al parcheggio a servizio della fermata “Villa Bonelli” della linea FL1 per ammirare le ultime opere realizzate sul quel grande muro libero di contenimento della linea ferroviaria che collega l’aeroporto di Fiumicino con il centro della città. Vera e propria galleria espositiva, il sito viene rispettato anche dagli automobilisti che lasciano il loro veicolo per utilizzare il mezzo ferroviario, i quali si guardano bene dal parcheggiare nei posti  antistanti il muro così dal lasciare ampio campo visivo al visitatore.

Quelle che presentiamo questa sera sono le opere realizzate dalle migliori firme del writing romano, da Hoek ad Ike, da Teddy Killer a Eukary ota, da Loste a Rosk, da Bone della Crew TNT  a Nina della Style Lovers Crew e tanti altri con i quali ci scusiamo per non averli citati. Una particolarità: uno dei volti (quello senza occhiali) che vedrete di seguito è stato nottetempo sottoposto a maquillage ad opera di ignoti: vi è stato apposto un tatuaggio di sembianze canine e è stato dotato di barba posticcia realizzata con pennarello e sembra che la cosa non sia stata affatto gradita dall’artista che aveva realizzato l’opera originale. E come di consueto, ……. buon godimento!

8a

la murata di sinistra – TNT Crew

8b

dettaglio n.1 

8c

dettaglio n. 2 – Eukary Ota

8d     8e

ultimi controlli                  –                         alice fa la guardia

8f

dettaglio n. 3

8g

la murata di destra

8h

dettaglio n. 1 – Hoek

8i

dettaglio n. 2 – Ike

8l

dettaglio n. 3 – Teddy Killer

8m

dettaglio n. 4 – Loste e Rosk

8n     8o

primissimo piano

8q

il sito espositivo

Il lettering della fermata FL1 a Villa Bonelli /6

Sesta puntata del romanzo infinito scritto sui muri del parcheggio a servizio della fermata Villa Bonelli della linea FL1 gestita dalle Ferrovie dello Stato. Ricordiamo, per i più distratti, che siamo nella zona di Roma, denominata Magliana Nuova, del più esteso istituzionale quartiere Portuense. Il grande muro di cui parliamo delimita il parcheggio di scambio gomma/rotaia; fu a suo tempo individuato come “muro libero” sul quale i writers romani potessero esporre le loro opere di street art senza incorrere negli oscuri rigori della legge e nel corso degli anni è diventato uno dei più ambìti  siti espositivi sul quale gli artisti, specie dell’area Lettering, fanno a gara per presentare al pubblico le loro opere. Può capitare anche che un murale regga meno di uno o due giorni, come possiamo anche noi ben testimoniare per esperienza diretta, per essere stato subito coperto da una nuova opera.

Il murale che presentiamo oggi, a nostro parere di pregevole fattura, è stato realizzato domenica scorsa, 15 novembre, dalle migliori firme del writing romano. Una particolarità è che tutti i posti macchina del parcheggio che si appoggiano verso il muro in questione non vengono, per riverente rispetto, mai occupati dagli automobilisti che lasciano in sosta le loro vetture per utilizzare il treno metropolitano. E noi amanti del bello, ne approfittiamo per goderci una visita tranquilla del sito e per rubare immagini meravigliose delle opere presenti, complice anche la stupenda esposizione a sud del muro in questione. Buona visione.

IMG_4582-Modifica

Come si può ben capire dalla ridotta dimensione dell’immagine, che come sappiamo è inversamente proporzionale alla grandezza della superficie fotografata, questo muro espositivo è davvero enorme; tale carenza tecnica va a discapito del godimento dalla visione. Pertanto qui di seguito presentiamo singolarmente tutte le varie parti del murale per meglio far cogliere allo spettatore la bontà delle opere:

IMG_4597

IMG_4596

IMG_4595

IMG_4594

IMG_4593

IMG_4592

IMG_4591

IMG_4590